Accedi

Benvenuto al nostro Centro Assistenza

Ottieni aiuto con integrazione e campagne live.

Benvenuto al nostro Centro Assistenza. Ottieni aiuto con integrazione e campagne live.

Implementazione di Criteo OneTag mediante Google Tag Manager

1. Setting up the dataLayer

Informazioni generali

  • Il dataLayer è una variabile dichiarata nel codice sorgente del sito web. Non viene implementato attraverso Google Tag Manager.
  • Potrebbe essere necessario aggiungere o modificare il dataLayer del sito che richiederà modifiche al codice sorgente.
  • Il dataLayer deve essere dichiarato tra i tag <script></script> e PRIMA del tag Google Tag Manager.
  • Il contenuto del dataLayer sarà utilizzato dalle Variabili su Google Tag Manager.
  • L'implementazione del dataLayer può essere eseguita nel modo migliore da uno sviluppatore o da qualcuno con idonee competenze tecniche.
  • Il dataLayer deve essere dichiarato nelle pagine in cui si intende implementare Criteo OneTag.

Potrebbe essere necessario aggiornare il data layer esistente nel caso non vi siano tutte le variabili previste. In tal caso, è bene essere consapevoli che è necessario aggiornare il codice sorgente.

2. Define the Variables

Informazioni generali

  • Il dataLayer e Criteo OneTag sono collegati da una Variabile impostata in Google Tag Manager.
  • Dopo l'impostazione delle Variabili, le informazioni disponibili nel dataLayer verranno trasferite automaticamente in Criteo OneTag.
  • Una Variabile viene richiamata dal Criteo OneTag mediante una sintassi che consiste in due parentesi graffe aperte, il nome della Variabile creata, e due parentesi graffe chiuse, ad esempio: {{site_type}}

3. Create the tags

Informazioni generali

  • È necessario impostare Criteo OneTag in Google Tag Manager con tutte le variabili dichiarate nel dataLayer

4. Set up the Triggers

Informazioni generali

  • Infine è necessario impostare i trigger che definiscono quando viene attivato il tag.

5. Publish

Informazioni generali

  • Una volta eseguite tutte le impostazioni correttamente, è possibile passare alla pubblicazione.
  • È essenziale effettuare la pubblicazione dopo ogni modifica delle impostazioni; in caso contrario tali impostazioni non si rifletteranno nel sito Web e i dataLayer/Criteo OneTag non funzioneranno come previsto.

Debugging

  • Google Tag Manager consente il debugging del contenitore in relazione all'individuazione di errori. Gli errori comuni possono comprendere la mancata attivazione del tag nella pagina corretta oppure il mancato trasferimento delle corrette informazioni ottenute dal dataLayer da parte del tag.
  • In order to debug, a new version of the container needs to be created. Once it has been created, click the "Preview" button and confirm everything is working as expected.

        

  • During the debug process you will see a Google Tag Manager frame around your site that allows you to view which tags were fired, why the tags were fired, and the information that has been passed via the dataLayer.



  • Si raccomanda di eseguire il debugging del contenitore prima di contattare Criteo, poiché è possibile individuare molti errori in questa sede in modo piuttosto semplice.
Questo articolo ti è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 0 su 0
Powered by Zendesk