Accedi

Benvenuto al nostro Centro Assistenza

Ottieni aiuto con integrazione e campagne live.

Benvenuto al nostro Centro Assistenza. Ottieni aiuto con integrazione e campagne live.

Criteo OneTag nella pagina di Conferma dell'ordine

Panoramica

Per le finalità di Criteo OneTag, la pagina di Conferma dell'ordine è quella visualizzata all'utente quando avrà completato un acquisto sul sito; normalmente mostra un ID ordine e un riepilogo dell'ordine.
Il Criteo OneTag deve essere installato nella pagina di Conferma dell'ordine per monitorare i prodotti acquistati dagli utenti. Il monitoraggio di ciò che viene acquistato dal cliente consente a Criteo di ottimizzare la visualizzazione dei banner in modo che i prodotti già acquistati dal cliente non vengano mostrati sui banner che il cliente vedrà in futuro. Acquisire queste informazioni consentirà inoltre di misurare il ROI sui banner Criteo.

Il Criteo OneTag deve essere implementato nel header de codice sorgente di tutte le pagine del sito. Il tag si carica in modo asincrono, dunque non interferirà con il tempo di caricamento della pagina o con l'esperienza dell'utente.

Nell'implementare Criteo OneTag nella pagina di Conferma dell'ordine, sarà necessario trasferire dinamicamente ID, prezzi e quantità dei prodotti acquistati dall'utente, l'ID ordine/transazione, i parametri email e siteType.

Il Criteo OneTag implementato su una pagina di Conferma  dell'ordine:

<script type="text/javascript" src="//static.criteo.net/js/ld/ld.js" async="true"></script> 
<script type="text/javascript">
window.criteo_q = window.criteo_q || [];
window.criteo_q.push(        
{ event: "setAccount", account: YOUR UNIQUE ACCOUNT ID },        
{ event: "setSiteType", type: "m FOR MOBILE OR t FOR TABLET OR d FOR DESKTOP" },    
{ event: "setEmail", email: "TRIMMED AND LOWERCASE USER EMAIL ADDRESS" },         { event: "trackTransaction", id: "TRANSACTION ID",                                                                 item: [
{ id: "FIRST PRODUCT ID",  price: FIRST PRODUCT UNIT PRICE,  quantity: FIRST PRODUCT QUANTITY },                                                                                  { id: "SECOND PRODUCT ID", price: SECOND PRODUCT UNIT PRICE, quantity: SECOND PRODUCT QUANTITY }                                                                     /* add a line for each product in the user's basket */
]});
</script>

L'evento di monitoraggio Transazione

L'evento di monitoraggio Transazione è lo specifico evento di Criteo OneTag attivato quando viene implementato il tag in una pagina di Conferma dell'ordine.

L'ID ordine/transazione relativo all'acquisto dell'utente deve essere trasferito dinamicamente sull'ID parametro (nel punto in cui è indicato ID TRANSAZIONE nel codice di esempio riportato qui di seguito).

Per ciascun prodotto acquistato dall'utente, è necessario trasferire l'ID del prodotto, il prezzo unitario del prodotto e la quantità relativa al prodotto; in tal modo, se l'utente ha acquistato due unità dello stesso prodotto, la quantità sarà pari a 2.

trackTransaction event:

{ evento: "trackTransaction", id: "TRANSACTION ID",                             item: [ { id: "ID PRIMO PRODOTTO",  prezzo: PREZZO UNITARIO PRIMO PRODOTTO,  quantità: QUANTITÀ PRIMO PRODOTTO },
                                    { id: "ID SECONDO PRODOTTO", prezzo: PREZZO UNITARIO SECONDO PRODOTTO, quantità: QUANTITÀ SECONDO PRODOTTO }                                     /* aggiungere una riga per ogni prodotto presente nel carrello dell'utente */


Gli ID prodotto trasferiti sul tag Criteo OneTag devono essere esattamente gli stessi ID di quelli utilizzati nel data feed prodotto.

Per i prezzi con valori decimali, il separatore decimale utilizzato deve essere un punto. Esempio 44.90.

Esempio:

Nel caso l'utente abbia acquistato:

  • Due unità dell'ID prodotto A122 con prezzo unitario € 44.90
  • Un'unità dell'ID prodotto F5532 con prezzo unitario € 85.00

e l'ID ordine/transazione relativo all'acquisto è G555999, l'evento di monitoraggio Transazione sarà:

 { event: "trackTransaction", id: "G555999",                                                       item: [ { id: "A122",  price: 44.90,  quantity: 2 },                                    { id: "F5532", price: 85.00, quantity: 1 } 

Parametro setSiteType

Il parametro setSiteType è un parametro dinamico presente in Criteo  OneTag in tutte le pagine del sito. Se il sito presenta diverse versioni per supportare più dispositivi, indicare quale versione del sito deve essere visualizzata all'utente attraverso il parametro "setSiteType":

  • d = desktop
  • m = mobile
  • t = tablet

Nel caso non si abbia un sito specifico per dispositivo mobile o tablet, impostare il valore su d.

Parametro setSiteType per la versione desktop di un sito:

 { event: "setSiteType", type: "d" },

Parametro setSiteType per la versione mobile di un sito:

 { event: "setSiteType", type: "m" },

Parametro setSiteType per la versione tablet di un sito:

 { event: "setSiteType", type: "t" },

Parametro setEmail

Il parametro setEmail è un parametro dinamico presente in Criteo OneTag in tutte le pagine del sito. Questo parametro viene usato da Criteo Cross-Device per associare in modo preciso gli utenti relativamente a più dispositivi. Nel campo relativo al parametro email, trasferire l'indirizzo email del cliente (tagliato e convertito ai caratteri minuscoli); Criteo eseguirà l'hashing di tale indirizzo utilizzando l'algoritmo MD5 prima che venga archiviato sui nostri server. Gli indirizzi email con hash sono irreversibili e anonimi, quindi Criteo non avrà accesso agli indirizzi email degli utenti.

Esempio di parametro setEmail:

 { event: "setEmail", email: "user@example.com" },

Lasciare vuoto nel caso non sia disponibile alcun indirizzo email.

Esempio di parametro setEmail con valore vuoto:

 { event: "setEmail", email: "" },

In alternativa, è possibile trasferire l'indirizzo email codificato utilizzando una funzione di hashing MD5 (qui è presente un link alla pagina con alcuni esempi di linguaggi di programmazione diversi delle funzioni di hashing MD5). In questo caso, è necessario sostituire "setEmail" predefinito con "setHashedEmail" come mostrato di seguito. 

Infine, trasferire l'indirizzo email codificato dinamicamente (regolato e convertito in caratteri minuscoli).

Esempio di indirizzo email con hash user@example.com:

parametro setHashedEmail

 { event: "setHashedEmail", email: "b58996c504c5638798eb6b511e6f49af" },

Lasciare vuoto se non è disponibile alcun indirizzo email. Esempio:

 { event: "setHashedEmail", email: "" },
Questo articolo ti è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 0 su 0
Powered by Zendesk